CRG, arrivano gli incentivi per passare al kart elettrico E-Drenaline

Già nel 2015 CRG aveva presentato alla Fiera del Karting di Offenbach riscuotendo un discreto successo il suo modello elettrico a noleggio, denominato E-Drenaline, costruito in collaborazione con la ditta Linde Material Handling. Questo marchio tedesco è tutt’ora uno dei più conosciuti in sistemi di propulsione elettrica, con un’esperienza quarantennale derivata dalla produzione seriale di carrelli elevatori in campo tecnico e industriale. Il progetto sembra sia stato ulteriormente sviluppato nei tre anni successivi sino ad oggi lanciandolo prima nel panorama statunitense ed orientale, e pare ormai pronto per essere introdotto in larga scala sul mercato europeo del rental: la batteria sarà il futuro del motorsport anche nel settore dei nostri amati “noleggioni”? Quanto la Formula E può aver innescato questo processo di evoluzione sportiva?

L’azienda italiana, leader del settore e con sede a Lonato (Brescia, in prossimità del South Garda Karting), tramite un post Facebook del 14 Ottobre ha comunicato ai vari kartodromi che usufruiscono degli attuali Centurion a benzina l’intenzione di incentivare la rottamazione (se così vogliamo tristemente definirla) di quest’ultimi entro il 31 Dicembre 2018, per sostituirli con i nuovi ecologici mezzi elettrici E-Drenaline e garantendo un’assistenza a 360° per supportare questo cambio generazionale. Velocità, resistenza e durevolezza di questi moderni “giocattoli” da competizione sembrano essere garantiti in toto dal produttore, dei quali conosciamo le caratteristiche tecniche elencate nel paragrafo sottostante.

CARATTERISTICHE CRG E-DRENALINE

➢ 2.6 KW potenza nominale per motore
6,5 KW potenza massima per motore 
➢ Coppia motrice fino a 180 Nm disponibile da fermo 
➢ Differenziale elettronico per una più semplice sterzata nello stretto
➢ Display di controllo incorporato nel volante 
➢ Sistema di ricarica della batteria tipo Formula 1 con opzione boost
➢ Retromarcia 
➢ Opzione stop di emergenza
➢ Capacità nominale della batteria 100 Ah (48 V) 
➢ Batteria garantita per 3000 cicli (minimo) 
➢ Batteria con autonomia fino a 60 minuti (1 ciclo) 
➢ Software di diagnostica avanzato
➢ Motore con elevata di resistenza all’acqua, può funzionare nell’outdoor
➢ Curva di potenza programmabile in base al tipo di circuito
➢ Potenza frenante sequenziale al posteriore programmabile

A quanto pare è anche previsto il montaggio di un sistema di diagnostica remota via GSM, che consentirà quindi all’azienda di poter controllare da una base centrale lo stato di tutti i suoi mezzi dislocati nel mondo, garantendo la massima velocità nel fornire l’assistenza specifica in loco a quei kartodromi indoor e outdoor che usufruiranno del loro nuovo prodotto. Inoltre ogni go-kart sarà probabilmente dotato di un sensore speciale che misurerà la forza di un impatto e calcolerà automaticamente la velocità con cui tornare al box in sicurezza, permettendo ai vari gestori di preservare il più possibile i propri “gioielli” da negligenze o comportamenti poco intelligenti spesso (e purtroppo) tipici di chi vuole esagerare senza considerare pericoli, danni e pazienza altrui. Come inizio non c’è male cara CRG, niente male davvero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *